La rete non basta, la peste suina sconfina

Ritrovati alcuni cinghiali infetti fuori dall'area di protezione. Venti i chilometri di recinzione ancora mancanti

Un anno dopo i primi casi in Piemonte, la peste suina non è ancora una minaccia esorcizzata. Un nuovo allarme arriva dagli allevatori dell'Alessandrino e da Confagricoltura, che chiedono di terminare la maxi recinzione avviata a giugno per isolare i casi infetti. Fra gli ultimi 10 cinghiali morti di PSA alcuni sono stati trovati oltre la barriera di contenimento. 

Nel servizio le interviste a:

  • Angelo Ferrari, Commissario contro la Peste Suina
  • Ezio Ferroglio, Facolta di Veterinaria Torino
  • Gianfranco Trinchieri, Allevatore
  • Paolo Castellano, Confagricoltura Novi Ligure