Nell'Alessandrino

Migranti, no del sindaco a 25 richiedenti asilo a Ticineto

Preoccupazione per l'impatto su un comune di 1.300 abitanti. Richiesta l'attivazione di un tavolo tecnico

Migranti, no del sindaco a 25 richiedenti asilo a Ticineto
Tgr Piemonte
Alcuni migranti

Cesare Calabrese, sindaco di Ticineto (Alessandria), si dice sorpreso dopo la comunicazione, informale, di lunedì con cui dall'Ufficio Immigrazione della Prefettura è stato informato dell'imminente attivazione di un Centro di accoglienza nello stabile in via Vittorio Veneto 17. Dalla prossima settimana potrebbe ospitare fino a 25 richiedenti asilo. "Una situazione - scrive in un lungo comunicato - che mi ha lasciato sconcertato per le modalità con cui ne sono venuto a conoscenza. E' stata richiesta l'attivazione di un tavolo tecnico e di fermare, nel frattempo, ogni trasferimento". L'immobile è stato ceduto alla Cooperativa, che ne è venuta in possesso in questi mesi, da un privato, "a totale insaputa del Comune", precisa Calabrese.

A preoccupare l'impatto che comporterebbe il verificarsi di una tale ipotesi, con le possibili criticità in termini di vivibilità, gestione dell'ordine pubblico e di inserimento sociale. Ad Asl e vigili del fuoco è stato sollecitato un sopralluogo per verificare l'idoneità necessaria. Per il sindaco, infatti, a prescindere dall'agibilità, la coabitazione di 25 persone in un edificio progettato, da quanto appreso, per 3 famiglie, pone inevitabili dubbi sulla qualità della vita che potrebbe essere garantita. Senza trascurare la sostenibilità operativa ed economica del processo di integrazione in un comune di 1.300 abitanti. Senza lavoro, andrebbero ad aggravare ulteriormente la gestione dei bisogni sociali della comunità senza adeguate risorse. Da qui, l'appello del parlamentare casalese Enzo Amich affinché si attivi "sensibilizzando il Governo a intervenire con urgenza. Serve una gestione più oculata e in grado di coinvolgere davvero gli amministratori locali su scelte che impattano il territorio", conclude il primo cittadino.