Omicidio di Campagnola in Brasile, trovata l'arma del delitto

Le indagini sono condotte dagli agenti di Marechal Deodoro. La pistola è stata sequestrata. L'assassino dell'imprenditore casalese ancora in fuga è un militare in pensione, José Pereira da Costa, di 59 anni. La moglie è stata arrestata

Omicidio di Campagnola in Brasile, trovata l'arma del delitto
redazione
Una scena delle telecamere di sorveglianza

Le indagini della squadra del diciassettesimo Dipartimento di polizia di Marechal Deodoro hanno portato al ritrovamento e al sequestro dell'arma utilizzata nell'omicidio dell'imprenditore casalese Fabio Campagnola. Lo rende noto l'avvocato alessandrino Claudio Falleti, legale della famiglia in Italia, che si occupa del coordinamento e dell'assistenza giudiziaria con il collega in Brasile e con la Farnesina.

L'assassino è un militare in pensione, José Pereira da Costa, di 59 anni. La pistola calibro 40 si trovava in una locanda vicino al luogo del delitto ed è registrata a nome
dell'ufficiale di polizia ormai fuori servizio, ancora in fuga.
La polizia ha arrestato la moglie Karla Kassiana Vanderlei Warumby Cavalcanti, per avere incitato il militare a commettere il delitto. Convalidato l'arresto della donna, il giudice ha deciso per la  custodia cautelare in carcere.