Nizza Monferrato

Inaugurato cantiere per completamento ospedale Valle Belbo

Costa 53 milioni e 800mila euro. Presenti Cirio, Icardi e diversi esponenti della Giunta regionale e dell'Asl. Viaggio nel progetto del secondo polo ospedaliero della provincia di Asti

Inaugurato cantiere per completamento ospedale Valle Belbo
Ansa
ANSA

E' stato inaugurato oggi pomeriggio a Nizza Monferrato (Asti), in frazione Boidi, il cantiere per il completamento del presidio ospedaliero della Valle Belbo, che diventerà la seconda struttura in provincia dopo l'ospedale “Cardinal Massaia” di Asti. Presenti anche il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, l'assessore regionale alla Sanità, Luigi Genesio Icardi, il vicepresidente regionale, Fabio Carosso, l'assessore regionale, Marco Gabusi, il direttore generale dell'Asl di Asti, Flavio Boraso. L'area di estensione del presidio è di 46mila metri quadrati, di cui 6.400 coperti. 

Viaggio virtuale

L'edificio ospiterà al piano seminterrato: radiologia, farmacia, mensa, guardaroba, spogliatoi, locali tecnici e camera mortuaria. Al piano rialzato: punto accoglienza, reparto dialisi, punto di primo intervento, tre blocchi di ambulatori specialistici, reparto recupero riabilitazione funzionale, altri studi medici, direzione sanitaria e amministrativa. Al primo piano: 83 posti di area medica (35 stanze doppie più 13 singole), sala del silenzio e punti di controllo infermieristico. All'interno del presidio territoriale "Santo Spirito" (in piazza Garibaldi a Nizza) sono previsti casa della salute, ambulatori specialistici, punto prelievi, servizi riconducibili all'Area Psi (Serd, Psicologia, etc) ora localizzati in strutture esterne. Il costo del progetto è di 53 milioni e 800mila euro, più 3,7 milioni per i lavori esterni, per realizzare così il progetto di ospedale plurisede dell'Asl di Asti.

Servizio di Caterina Cannavà