Rincari

Gasolio sopra i 2 euro, l'appello dei benzinai: "Ripristinare il taglio delle accise"

La richiesta dei gestori associati a Confesercenti, che scrivono una lettera ai parlamentari piemontesi

Gasolio sopra i 2 euro, l'appello dei benzinai: "Ripristinare il taglio delle accise"
Ansa
Il gasolio è tornato sopra i 2 euro al litro

L'inarrestabile corsa del prezzo del carburante spaventa le famiglie come gli addetti ai lavori. “Il governo intervenga urgentemente nella vicenda dei rincari di benzina e gasolio, ripristinando il taglio delle accise e tutelando i benzinai”: è questa la richiesta contenuta in una lettera che la Faib-Confesercenti Piemonte, l’associazione dei gestori, ha inviato ai parlamentari piemontesi di maggioranza e di opposizione.

“Nella lettera – spiega Enzo Nettis, presidente di Faib-Confesercenti – sollecitiamo i parlamentari a farsi portatori presso il governo della necessità di fiscalizzare nuovamente gli aumenti dei carburanti, in modo da evitare una nuova stangata a danno dei cittadini e delle imprese. Ma chiediamo anche di essere tutelati come categoria rispetto al clima di colpevolizzazione che sta montando nei nostri confronti: clima che non ha ragione d’essere poiché – lo ribadiamo ancora una volta – il margine di circa 3,5 centesimi lordi al litro che spetta ai gestori rimane fisso e non varia all’aumentare del costo dei carburanti. Semmai, anche noi siamo danneggiati perché più aumenta il carburante, minori sono i consumi”.