Toro, festa già finita. Brucia la sconfitta in casa con lo Spezia: 0-1, gli highlights

Dopo l'exploit di San Siro in Coppa Italia, i granata crollano all'Olimpico Grande Torino. Juric: "Tante attenuanti per la squadra"

Il Toro paga lo scotto fisico e psicologico dell’impresa di Milano di Coppa Italia e perde con lo Spezia una delle partite peggiori della sua stagione. La scelta di Juric di dare fiducia allo stesso gruppo di San Siro si rivela sbagliata fin dall’inizio e il primo tempo è tutto di marca spezzina.

Gli ospiti iniziano a mettere paura a Milinkovic al 22’ con Holm che completa la sua discesa con un destro insidioso. È il prologo al gol che arriva cinque minuti più tardi. Djidji intercetta con il gomito un tiro di Reca e Ghersini indica il dischetto. N’Zola trafigge Milinkovic e porta in vantaggio lo Spezia. E gli uomini di Gotti potrebbero raddoppiare al 35’ con un’incursione di Agudelo sulla quale il portiere granata si fa trovare pronto.

A inizio ripresa il Toro dà l’idea di essere più aggressivo e le conclusioni di Vlasic e Linetty vengono respinte con affanno dalla difesa spezzina. È però solo una fiammata: la squadra di Gotti si difende con ordine e al 20’ va vicina al raddoppio con Gyasi che centra la traversa. I cambi di Juric che inserisce Radonjic, Karamou e Seck non cambiano la sostanza. Le speranze del Toro si spengono al 93’ con il colpo di testa di Djidji bloccato da Dragowsky. Resta l’uno a zero e i granata non riesco a dare colore a un campionato che sprofonda sempre più nella mediocrità.