Torino

Vasco con don Ciotti aspettando l'Olimpico: "Pace, amore e musica"

Stasera il concerto del rocker. Che trascorre la vigilia a Torino con il fondatore di Libera: "Abbiamo saldato un po' di terra con il cielo"

 

Servizio di Gabriele Russo, montaggio di Alberto Nonis

C'è chi da giorni è già appostato. Per strappare, all'apertura dei cancelli dell'Olimpico Grande Torino, quel posto in prima fila, sotto al palco, a pochi metri dal proprio idolo. Torino aspetta Vasco Rossi, che questa sera porta all'ombra della Mole l'ultima tappa del suo Vasco Live 2022. Tutto esaurito, rock e ballate. Almeno tre generazioni insieme. Pronte a chiudere, come sempre, cantando a squarciagola Albachiara. La sua vigilia torinese, Vasco Rossi l'ha trascorsa con un amico d'eccezione che il rocker definisce "una grande anima": il fondatore di Libera, don Luigi Ciotti

"Abbiamo saldato un po' di terra con il cielo"

Un lungo pranzo, a Torino, a parlare di pace perché - dice don Ciotti in un video postato online - "siamo sommersi di parole di gente che parla di guerra. E la prima vittima della guerra - ha aggiunto - è la verità". 

"Viva Don Ciotti. Pace, amore e musica", conclude Vasco Rossi.