Caro energia, Mole spenta per protesta

Anche Torino ha aderito alla protesta dell'Anci contro il caro energia. Il monumento simbolo della città spento per mezz'ora.

Anche Torino ha aderito alla protesta dell'Anci contro il caro energia. Per mezz'ora, il comune ha deciso di spegnere l'illuminazione della Mole Antonelliana. "Tutti i sindaci italiani vogliono accendere un faro sull'emergenza del caro bolletta", ha spiegato il sindaco di Torino, Stefano Lo Russo. "Si tratta di un rincaro che incide pesantemente sui bilanci degli enti locali, che per la Città di Torino si traduce in un costo aggiuntivo di 30 milioni di euro. Una cifra che rischia di limitare la possibilità di erogare i servizi pubblici o non poterli garantire come erano previsti".

"Lanciamo anche noi un allarme preoccupato sui costi crescenti dell'energia, - ha concluso il primo cittadino - al Governo chiediamo tutti misure urgenti per il bene del Paese, interessanti a non vanificare gli sforzi a sostegno della necessaria e tanto attesa ripresa economica".