Dopo il maltempo

Lo stupore della prima neve sul Monviso

Dai 3300 metri ai 3500 il re di pietra è apparso avvolto dalle nubi e spruzzato di neve

Il maltempo regala immagini strepitose del Monviso imbiancato anzi tempo. Il Re di Pietra coperto dalla prima neve di stagione sopra i 3.000 metri di quota dopo le forti perturbazioni delle ultime 36 ore in zona. Dopo giornate, nel mese di luglio, in cui lo zero termico, sulle Alpi, ha raggiunto e in qualche località addirittura superato i 5mila metri, la foto del Monviso imbiancato strappa un sorriso e cattura l'attenzione di tanti utenti social che hanno postato le immagini spettacolari e premature.

Sorpresa dopo la siccità

La sagoma del monte si mostra ben visibile, con la cima circondata dal cappello di nebbia e nuvole, imbiancata dai 3300-3500 metri. L'accumulo, stando ai dati di Arpa Piemonte, è di circa 5 cm alle quote più elevate. Lievi e temporanei depositi a quote più basse. Neve arrivata in anticipo ma mai così benvenuta dopo i mesi di siccità e l'assenza di precipitazioni nevose per quasi tutto l'anno.