La manifestazione nel distretto piemontese di raccolta della frutta

Saluzzo, la protesta dei braccianti

Gli immigrati chiedono contratti regolari e condizioni di lavoro più sicure.

Scendono in piazza a Saluzzo i braccianti della frutta. Chiedono giustizia contro lo sfruttamento e contratti regolari per tutti. La protesta è partita alle 9 davanti alla sede di Confagricoltura, per rivendicare dignità del lavoro, sicurezza e maggiore stabilità.

Il grande tema è quello dei permessi di soggiorno, che permettano ai braccianti di essere assunti in regola e con migliori condizioni di accoglienza. Confagricoltura ha inserito nel suo codice etico il rifiuto di ogni sfruttamento.

La protesta per i diritti dei lavoratori stagionali africani è organizzata dall'associazione "Enough is enough - braccianti in lotta a Saluzzo" che chiede anche giustizia per i morti sul lavoro come Moussa Dembelé, deceduto lo scorso 11 luglio in un incidente all'interno di una stalla di Revello, nel cuneese.