Raccolta di fondi per aiutare i "bulli" meno fortunati

Cani Bulldog, in 200 per il primo raduno nazionale a Torino

Una razza canina diffusa e molto amata. Cani e accompagnatori da tutta Italia. Quest'anno l'edizione "Christmas party"

Un raduno ma anche l'occasione per sensibilizzare le persone sul rapporto cane padrone, e il modo più sano di vivere in casa e in società con un animale domestico.

Si è tenuto a Torino, per la prima volta, il raduno nazionale di Bulldog inglesi, che quest'anno è arrivato alla 26esima edizione.

L'edizione “Christmas Party” è servita anche a raccogliere fondi da devolvere ai “bulli” meno fortunati, come viene soprannominata, questa razza canina.

A organizzare l'evento il CABI, Club Amatori Bulldog Inglesi.

Erano presenti gli esperti del D.U.C.A Addestramento cinofilo di Torino e i medici veterinari della struttura Bluvet - Ospedale Veterinario Amubi di Moncalieri (Torino).

Sigfrido Cilla, presidente WWF Torino, ha detto: “Questo evento rafforza l'idea che l'amicizia e l'attenzione verso gli animali è sempre importante a qualsiasi livello”, anche se la priorità per il WWF è quella di salvaguardare le specie a rischio e la fauna selvatica in generale.

Il Bulldog Inglese è tra i cani più postati sui social on line, con dieci milioni di post su Instrangram e 4 miliardi di view su Tik Tok.

In Italia è presente l'EBRI, English Bulldog Rescue, che si occupa di salvare i cani meno fortunati e trovare loro una casa nuova.

Ciò che contraddistingue il Bulldog dalle altre razze canine è la sua dolcezza e la sua simpatica, dicono le persone che ne hanno uno con sé.

Nelle immagini della Photogallery alcuni dei momenti più salienti dell'evento che si è svolto negli ampi spazi di Edit a Torino.