Dopo il pareggio casaligno con il Sassuolo

Anche il Sassuolo beffa il Toro nel finale

Il Torino avrebbe otto punti in più senza i gol subiti nei minuti finali. Anche con il Sassuolo è andata così. Juric: "Restiamo sereni"

Se c'è stata un tempo, ormai piuttosto lontano, durante il quale una tromba suonava dagli spalti è iniziava quello che è passato alla storia come il quarto d'ora del Toro, quei quindici giri di orologio durante i quali ogni cosa era possibile, va detto che la storia si è incaricata nelle ultime stagioni di prendersi una beffarda rivincita. Tante, troppe volte, anche in questo campionato il Toro ha gettato al vento nei minuti finali vittorie che sembravano già conquistate: è accaduto anche ieri contro il Sassuolo, ma era già andata così in altre quattro occasioni: otto in totale punti dilapidati negli ultimi minuti. Ora, pur senza scomodare capitan Valentino e il Grande Torino, basterebbe forse un po' di concentrazione in più per evitare simili epiloghi.  

Punti che se conquistati avrebbero già portato il Toro in zona Europa League, distante quattro lunghezze. Ivan Juric, smaltita l'arrabbiatura per il pareggio beffa del Sassuolo, mette i evidenza quanto di buono ha fatto vedere la sua squadra. E dice: "Restiamo sereni, dove possiamo arrivare dipende da noi".

Ora arriva una sosta che se da un lato può forse spezzare il ritmo dei granata, dall'altro potrebbe permettere il rientro di alcuni infortunati e il recupero di altri che non sono al meglio della condizione. Occhi puntati naturalmente su Andrea Belotti, ma anche poter disporre di Andaldi e Pobega al meglio della condizione potrebbe essere utile per un Toro in debito di esperienza.