Nella Juve manca Bonucci, tra i granata Belotti verso una maglia da titolar

Allegri e Juric, i dubbi della vigilia

Molte assenze nel derby dello Stadium e i due allenatori tengono le carte coperte. Tutti esauriti i ventimila posti disponibili.

Dopo una stagione di alti e bassi Juve e Toro si preparano al derby della Mole con stati d'animo opposti. I bianconeri rigenerati dall'arrivo di Vlahovic e Zakaria hanno riconquistato posizione in zona Champions, i granata sono invece reduci da due sconfitte consecutive che ne hanno ridimensionato le aspettative.

Molti i dubbi di formazione che saranno sciolti solo dopo le rifiniture. Dopo Chiellini la Juve ha perso anche Bonucci per un affaticamento muscolare: Rugani è in pole per giocare accanto a De Ligt, ma non è esclusa la carta Zakaria. Pretattica anche sul tridente offensivo, ma è difficile che Allegri si privi di uno tra Morata e Dybala in una gara da vincere a tutti i costi.

In casa Toro Juric recupera Mandargora e Lukic a centrocampo ma deve decidere come sostituire Praet: Pobega la scelta più probabile, Seck la possibile sorpresa derby. Belotti si candida per un maglia da titolare dal primo minuto, il Toro si aggrappa al suo capitano per cercare di espugnare il fortino dello Stadium dove non ha mai vinto.