Alla Juve come portiere e allenatore

Buon compleanno Dino Zoff, gli 80 anni della bandiera bianconera

Arrivò a Torino a 30 anni, dal Napoli. Era il 1972. 11 stagioni senza mai saltare una partita: serietà, costanza e record di imbattibilità. Alle critiche rispose con grandi parate e vittorie. L'apoteosi, ai Mondiali dell'82

Dino Zoff arrivò alla Juventus già maturo, a 30 anni, dal Napoli. Un passato poco fortunato nell'Udinese, poi la rivincita a Mantova e infine la consacrazione nella città partenopea. Era il 1972. In pochi, allora, avrebbero previsto cosa avrebbe fatto con la maglia della Juventus: 11 stagioni, senza mai saltare una partita. Compie 80 anni un mito del calcio italiano: Dino Zoff. Pronti via, ed è subito scudetto. Quello del duello col Milan, crollato nella "fatal Verona". Di titoli ne vincerà altri 5. 2 Coppe Italia, una Coppa Uefa. Rendimento costante, grandi parate. Lavoro silenzioso. Una sicurezza.

Record di imbattibilità

In quel 1972/73, subito un record: 903 minuti senza subire gol, primato che resisterà per vent'anni. Le stagioni successive furono quelle degli epici duelli con il Toro. Lui, sempre in prima linea, a sfidare Pulici e Graziani. E poi, la Nazionale. I Mondiali del 1978 e quei maledetti tiri da lontano, contro l'Olanda, che ci costarono la finale. Le prime critiche. Ma il CT, Enzo Bearzot, lo volle lo stesso, a quarant'anni suonati, per i Mondiali di Spagna 1982. Qualcuno lo dava per finito. Lui rispose alzando la coppa. L'ultima partita, la più amara: il gol di Magath e quella finale di Coppa campioni persa, nell'83, dalla Juventus contro l'Amburgo.

Ritorno da allenatore

Con i bianconeri tornò da allenatore, nel 1988. Una Juve minore, con Rui Barros e Totò Schillaci, negli ani del Napoli di Maradona, dello strapotere del Milan sacchiano, dell'Inter dei record. Per non parlare della Sampdoria di Vialli e Mancini e della Fiorentina di Baggio. Ma il silenzioso Dino riuscì a portare a casa una Coppa Uefa, battendo in finale i viola, e una Coppa Italia, contro la corazzata di Sacchi. Mai sottovalutare, Dino Zoff.


Servizio di Massimo Lanari

Montaggio di Paola Messina

Intervistati Dino Zoff, ex portiere Juventus; Sergio Brio, ex difensore Juventus; Paolo Pulici, ex attaccante Torino