Operazione "Vado e Torno" della Guardia di Finanza di Torino

Faceva shopping invece delle ispezioni, denunciata dipendente dell'Asl

La donna si recava dai familiari o presso la sua abitazione, al mercato e al bar in orario di lavoro

Avrebbe dovuto svolgere controlli sulla sicurezza degli alimenti presso macelli, macellerie e supermercati. Invece avrebbe destinato parte del proprio tempo lavorativo ad incombenze personali

Per questo una dipendente dell'Asl To5 di Chieri è stata denunciata dalla Guardia di Finanza di Torino per truffa aggravata e false attestazioni a mezzo di sistemi di rilevazione delle presenze. La donna avrebbe fatto acquisti in centri commerciali, mercati rionali, bar e rivendite di tabacchi mentre risultava in servizio. Durante l'orario di lavoro andava anche a trovare familiari o passava a casa per commissioni di vario tipo.

L'operazione denominata "Vado e Torno" coordinata dalla Procura di Torino ha così permesso di procedere alla misura cautelare della sospensione dall'esercizio di pubblico ufficio per 3 mesi. La dipendente, che svolgeva mansioni di "tecnico della prevenzione, vigilanza ed ispezione in materia di igiene e sanità veterinaria", in 6 mesi avrebbe maturato oltre 90 uscite e più di 180 ore di assenza non autorizzate.

In un caso si era recata anche al mercato di Porta Palazzo parcheggiando in sosta vietata e venendo sanzionata dalla polizia. La donna ha ammesso la contestazione ed è stata denunciata presso la Corte dei Conti per danno erariale.