Il rafforzamento della sanità piemontese in consiglio regionale

Approvato il progetto delle case di comunità

91 case di comunità, 29 ospedali e 43 centrali operative territoriali. L'obiettivo del progetto è quello di rafforzare l'assistenza sanitaria di prossimità attraverso la nascita di strutture intermedie, più vicine ai cittadini

Su richiesta del capogruppo della Lega Alberto Preioni, il Consiglio regionale del Piemonte ha ripreso i lavori sul piano delle strutture sanitarie di prossimità, posponendo il voto sugli atti di indirizzo legati al clima. L'esame del provvedimento era iniziato nella seduta di Commissione di lunedì 14 febbraio e l'approvazione in aula è avvenuta oggi.

A illustrare la proposta, l'assessore alla Sanità, Luigi Icardi. "Attraverso una piattaforma creata da Agenas - ha spiegato - dobbiamo inserire entro il 28 febbraio tutte le schede relative agli interventi. Purtroppo c'è stato un taglio alle regioni del centro-nord per portare al 40% il fondo del Pnrr per il Sud. Poi c'è stato un ulteriore taglio del 5% per portare il Mezzogiorno al 45%, intervenuto quando il piano era già pronto, così abbiamo preferito non tagliare il numero delle strutture ma finanziarle con altri fondi.

Con le 12 aziende sanitarie del Piemonte abbiamo definito un quadro che prevede 82 case di comunità finanziate con il pnrr e altre 9 finanziate con altre fonti, che dovranno funzionare tutte entro il 31 dicembre 2026".


montaggio di Tiziano Bosco