I colpi di coda del Covid

Aumento dei piemontesi in isolamento

Vaccini più che sufficienti. Anzi, pronti per i profughi ucraini o per la donazione ad altri paesi

 S'arresta la flessione dei contagi nella nostra regione e tornano ad aumentare per la prima volta da gennaio i piemontesi in isolamento domiciliare. Mentre con la campagna vaccinale agli sgoccioli l'unità di crisi chiede di poter donare le dosi in eccesso. Serviranno comunque per immunizzare i profughi in caso di necessità

Servizio di Francesca Nacini

immagini di Guidi Cravero

montaggio di Enrica Politano

voce: 
Vincenzo Coccolo, Commissario Covid Unità Crisi Piemonte