Covid

Falsa partenza per le quarte dosi di vaccino, non si presenta nessuno

La somministrazione non è partita. Per un problema tecnico, i cittadini non hanno infatti ricevuto gli SMS di convocazione. Deserti gli hub.

Maria Grazia Petrelli, la coordinatrice infermieristica del centro vaccinale di riferimento del Cuneese, quello di Borgo San Dalmazzo, parla dall'hub praticamente vuoto. Nel giorno del via alla quarta dose anticovid agli immunodepressi qui non si è presentato nessuno. Mentre si va avanti regolarmente con le altre categorie. Una defezione di massa confermata anche nelle altre aziende sanitarie della Regione.

Ma i cittadini non hanno colpe. All'origine un problema tecnico. Come ha verificato il CSI. Non sono partiti dalla piattaforma regionale gli sms di convocazione.

Il problema è stato risolto, fanno sapere, e gli appuntamenti vengono in queste ore riprogrammati da mercoledì pomeriggio. Per la campagna sulla quarta dose in Piemonte è il secondo stop and go consecutivo. 20 giorni fa la Regione aveva attivato le ASL dopo quello che era sembrato un via libera dal Ministero della Salute. Ma Roma aveva poi bloccato tutto in attesa del parere di AIFA. Adesso che c'è il semaforo verde e le somministrazioni sono iniziate nella maggior parte d'Italia, il disguido informatico.

I piemontesi che per patologia hanno i requisiti necessari per ricevere la quarta dose sono oltre 55mila. Di questi 31.500 possono farla immediatamente essendo stati immunizzati con la terza da più di 120 giorni.  

Servizio di Francesca Nacini, montaggio di Enrico Caleffi. Intervista a Maria Grazia Petrelli, Coordinatrice infermieristica hub Borgo San Dalmazzo