Agricoltura

Siccità, Coldiretti chiede lo stato di emergenza. L'Ue sblocca l'uso dei terreni a riposo

Misure di emergenza in atto per fronteggiare la mancanza di precipitazioni da oltre cento giorni. A rischio le coltivazioni e il sostentamento degli animali

Più di cento giorni senza vere piogge in Piemonte. Si fa sempre più grave l'allerta siccità nella nostra regione, con ripercussioni soprattutto sull'agricoltura e l'allevamento. La Coldiretti ha chiesto alla Regione di attivare lo stato di emergenza. Intanto dalla Commissione europea è arrivato il via libera a sbloccare l'utilizzo di 18mila ettari di terreni a riposo in Piemonte per aumentare la produzione delle coltivazioni. 

Servizio di Manuela Gatti, montaggio di Elisa Pozzati. Interviste a: Franco Ramello, responsabile economico Coldiretti Piemonte; Giovanni Mosso, allevatore.