Calcio

Samp-Juve 1-3, Morata sbanca Genova con una doppietta

Gli highlights della partita: apre un autogol di Yoshida, lo spagnolo raddoppia su rigore. I blucerchiati accorciano con Sabiri, ma è Alvaro a chiuderla. Super Szczesny para il terzo rigore di fila. Napoli nel mirino.

Sampdoria-Juventus, gli highlights della partita. Quando una vecchia volpe come Massimiliano Allegri ne incontra un'altra come Marco Giampaolo, ti aspetti una partita a scacchi. E invece, a Genova, sono emozioni allo stato puro: Sampdoria-Juventus 1-3. Quindicesimo risultato utile consecutivo per i bianconeri, che ora "vedono" il terzo posto. Vlahovic parte dalla panchina. Taccuino vuoto per 21 minuti. Fino a quando Candreva si permette di provarci con il destro da fuori: Szczesny è attento. E allora, sul ribaltamento di fronte, sulla destra si invola l'uomo del destino: Juan Cuadrado. Cross forte per Kean, ma sul pallone arriva Yoshida che insacca nella propria porta: autogol. 1 a 0 Juve. La Samp reagisce. Al 30esimo imbucata di Augello per Sensi che prova a beffare Szczesny sul suo palo, ma c'è la grande risposta del portiere polacco. E allora, succede di nuovo. Perché, due minuti dopo, Locatelli lancia Kean, che lottando entra in area. Colley, ingenuo, lo travolge: rigore. Sul dischetto si presenta Alvaro Morata che fa 2 a 0. 

Szczesny para-rigori

Nel secondo tempo, la Juve non perde la concentrazione. Al 57esimo, Morata serve Kean che prova a sperare Falcone, ma il portiere doriano c'è. Quando tutto sembrava tranquillo, al minuto 72, arriva il patatrac. Mani ingenuo di Rabiot in area, interviene il Var, è rigore. Sul dischetto c'è Candreva. Ma in porta c'è un superlativo Szczesny: terzo rigore parato su quattro, quest'anno. E tutti e tre di fila: l'ultimo a riuscirci fu Viviano, quattro anni fa. Al 75esimo si fa vivo il neoentrato Vlahovic, che ruba palla a Colley ma non riesce a buttarla dentro. E allora, al minuto 83, ci pensa il neoentrato della Sampdoria, Sabiri, che su punizione deviata da Morata inasacca per il 2 a 1. E Szczesny stava per prendere anche questa. Ti aspetti un finale di sofferenza, e invece la Juve la chiude: all'87esimo, cross di Locatelli, Morata da posizione impossibile fa 3 a 1. C'è ancora tempo per un'indomita Samp che al 90esimo va vicina al gol con Thorsby su uscita a vuoto di Szczesny. Ma ora, questa Juve, fa paura.