La validazione presentata al Dirmei

Il vaccino cubano supera il test dell' Amedeo di Savoia

L'istituto promuove Soberana, sperimentato in Europa grazie ai 30 volontari in gran parte piemontesi

Presentati a torino i risultati di uno studio clinico effettuato su 32 volontari italiani che hanno ricevuto come terza dose il vaccino cubano Soverana plus.

Vicente Verez Bencomo: "per me è un grande onore stare qui a Torino, insieme abbiamo scritto una pagina di storia bellissima nel momento più oscuro della pandemia". Il riferimento è ai medici cubani che nel pieno della pandemia portarono il loro aiuto. Un incontro che ha gettato un ponte tra il Piemonte e il paese caraibico. Un ponte che si è concretizzato con la presentazione dei risultati dello studio Soberanaplus Turin. Studio clinico che ha coinvolto 32 volontari che hanno ricevuto come terza dose proprio il vaccino cubano. 

Vaccinazione effettuata a Cuba ma l'osservazione della risposta anticorpale è avvenuta all'Amedeo di Savoia.

Giovanni Di Perri: "è stato visto in un esperimento in vitro, che sappiamo corrispondere abbastanza fedelmente alla realtà protettiva dell'uomo, questo vaccino determina la produzione di anticorpi neutralizzanti in quantità sufficiente a determinare protezione. Tra l'altro con una specificità particolare: sono attivi anche contro varianti che sappiamo essere meno sensibili ai vaccini circolanti".

Soberana plus, come Soberana e Abdala, hanno contribuito a vaccinare contro il Covid oltre il 90 per cento dei cubani tra cui un milione e duecentomila bambini dai due anni su. Non sono ancora approvati dall'Oms e su questo stanno lavorando.

Servizio di Dario Moricone, montaggio di Paola Galassi

interviste con: Vicente Verez Bencomo, Istituto Finlay per i vaccini, Cuba e Giovanni Di Perri, Amedeo di Savoia, Torino