Oltre mezza tonnellata di cibo mal conservato

Operazione dei Nas nei locali della neve

I controlli dei carabinieri si sono concentrati nel comprensorio della Via Lattea, dell'Alta Valsesia e della Val Formazza

7400 euro è l'ammontare complessivo delle sanzioni comminate dai carabinieri. 550 chili di cibo, secondo i controlli dei Nas, erano in cattivo stato di conservazione.

In tutto sette titolari di bar e ristoranti, ora indagati, detenevano prodotti alimentari, soprattutto carne, latte e frutta, destinati ad essere somministrati al pubblico, senza rispettare le regole in fatto di congelamento, scadenza e rintracciabilità.

In due casi, in particolare, il cibo era presente nel menu per i clienti senza le dovute prescrizioni. In un caso, invece, i prodotti alimentari erano stoccati in un deposito all'esterno del locale, senza alcuna protezione dagli agenti atmosferici.

I controlli sono stati eseguiti nelle scorse settimane in una ventina di locali che operano nel settore della ristorazione turistica tra la Via Lattea, l'alta Valsesia e la Val Formazza, nelle province di Torino, Vercelli e Verbania. Su un totale di 20 ispezioni, 11 sono risultate fuori legge. In taluni casi i locali era sprovvisti delle indicazioni destinate al pubblico col contenimento del covid.