Verso il voto amministrativo

Abolito il limite dei due mandati per i sindaci dei piccoli comuni

In Piemonte sono 65 i centri interessati dalla riforma sui 93 complessivi nei quali si andrà alle urne il 12 giugno

Il 12 giugno si svolgerà una nuova tornata di elezioni amministrative. In Piemonte si andrà alla urne in 93 comuni. Ma c'è una novità per quelli più piccoli. Ieri infatti il Senato ha dato il via libera a una riforma che abbatte il limite dei due mandati. Il sindaco uscente che abbia già fatto due mandati, potrà ora candidarsi per il terzo se il suo comune non supera i 5000 abitanti. Lo stop al terzo mandato consecutivo resta invece per i comuni maggiori. La riforma interessa 65 comuni in Piemonte: 18 nel torinese, 11 nel cuneese, 10 nell'alessandrino, 9 nell'astigiano.


Ma la nuova normativa introduce anche un'altra novità per i piccoli comuni, da tempo invocata dall'Anci: non saranno infatti più tenuti al controllo di gestione. Si tratta di una procedura che serve a verificare la effettiva attuazione degli obiettivi dichiarati dalla amministrazione, attraverso l'analisi delle spese e la qualità e quantità dei servizi offerti, l'efficienza dell'ente e così via. Procedura complessa alla quale era difficile stare dietro per i comuni più piccoli, sempre alle prese con una cronica mancanza di personale.