Produrre alluminio costa 15 volte l'elettricità che serve per altri metalli

L'alluminio? Si ricicla all'infinito. Ma per produrre i lingotti ora l'energia costa troppo.

Viaggio in una raffineria del vercellese, che da 40 anni lavora esclusivamente alluminio riciclato per produrre autoveicoli. Negli ultimi 6 mesi il costo al chilo è raddoppiato. La guerra in Ucraina rende costosa l'energia, e introvabili i materiali

Corrado Cordioli, presidente della Sacal alluminio, ci guida nella raffineria che dirige dagli anni 90, dove lavorano 150 persone. Qui si frantumano rottami d'alluminio riciclato, che viene fuso in un forno a 800 gradi, per creare lingotti utili alla costruzione di componenti per il settore automotive, come pistoni, cerchioni, marmitte. Ma, dall'edilizia all'impiantistica, dagli elettrodomestici ai mobili, dalle caffettiere agli smartphone, l'alluminio è in quasi tutto ciò che usiamo. La guerra russa all'Ucraina pone il problema dei costi energetici, ma anche quello della reperibilità di materie prime che ruotano attorno ai prodotti in alluminio.

 

servizio di Alessia Mari, montaggio di Fabio De Giovanni