Un dramma che continua

A Casale l'amianto uccide ancora

Ogni anno si registrano ancora 50 nuovi casi di mesotelioma provocati dalle esposizioni nel passato mentre sono 80 mila i siti ancora da bonificare in tutto il Piemonte

L'amianto continua a mietere vittime a Casale Monferrato: ogni anno si registrano ancora 50 nuovi casi di mesotelioma provocati dalle esposizioni nel passato mentre sono 80 mila i siti ancora da bonificare in tutto il Piemonte. Sono i dati comunicati in occasione della Giornata mondiale in ricordo delle vittime dell'amianto. 

Servizio di Maria Elena Spagnolo. Interviste a Giuliana Busta, presidente Afeva, Nicola Pondrano, cofondatore Afeva, e Federico Riboldi, sindaco di Casale Monferrato.