La storia

Registrazione figli coppie omogenitoriali, a Torino 80 famiglie nel limbo

Dopo lo stop del tribunale, Palazzo di Città chiede al Parlamento di promuovere una legge ad hoc. La testimonianza di Sonia: "La società è pronta, è solo lo Stato a discriminarci"

A fine marzo una sentenza del tribunale di Torino, e poi un richiamo del prefetto, hanno costretto il Comune a sospendere la registrazione all'anagrafe dei figli delle coppie dello stesso sesso. Ora da Palazzo di Città parte l'appello ai parlamentari piemontesi per promuovere una legge che ripristini la pratica. Intanto le ottanta famiglie registrate in questo modo a Torino rimangono nel limbo, con la paura di perdere i diritti acquisiti. 

Servizio di Manuela Gatti, montaggio di Beppe Serra. Intervista a: Sonia De Marzo.