Anniversario in sordina per il volo di Gagarin, 61 anni fa.

Il volo che cambiò la storia

12 aprile 1961, da Baikonour in Kazakistan Jiury Gagarin viene lanciato nello spazio. E' il primo uomo a riuscire a volare nel cosmo.

Parlare di Gagarin, primo uomo nello spazio, aviatore, cosmonauta, eroe dell'Unione Sovietica, può stridere come ogni riferimento a quella che è tornata a chiamarsi Russia. Quell'impresa però cambiò tutto per tutti. Due super potenze in gara per arrivare più in alto, più lontano dal pianeta per poterlo vedere - o controllare - meglio e poi fino alla Luna. I frutti ci sono stati in ogni direzione. Sviluppate tecnologie protagoniste della nostra vita, della nostra salute, lavoro e passione in quella gara con il futuro che si chiama ricerca scientifica. Forse quel giorno di 61 anni fa lui, Jurij Alekseevič Gagarin, mentre su un pulmino come quello degli impiegati in gita, si avvicinava alla navicella del Vostok 1, pensava ad altro. Il razzo vettore "Zemiorka" l'avrebbe sparato nel blu da Baikonour, Kazakistan.