I dati

Diecimila i profughi ucraini accolti in Piemonte, i numeri più alti nel Novarese

La stragrande maggioranza resta ospitata da amici e parenti. Millecinquecento i bambini inseriti nelle scuole della regione.

Il flusso degli arrivi cala ma non si ferma: sono 9.653 i profughi ucraini giunti in Piemonte in questi due mesi di guerra, un migliaio in più rispetto agli ultimi numeri diffusi dalla Regione dieci giorni fa. L'accoglienza spontanea in famiglia continua a farla da padrone: il 90 per cento circa alloggia da parenti e amici. La provincia che registra i numeri più alti è quella di Novara, dove si sono stabiliti 3mila rifugiati. 

Servizio di Manuela Gatti, montaggio di Dario Fogu.