Calcio

Torino-Spezia, le probabili formazioni

Juric ritrova Mandragora, out Pobega. In avanti ballottaggio Sanabria-Pellegri. "Il campionato? Mi è piaciuto molto. Che si faccia come noi allievi di Gasperini, oppure come Italiano, la voglia di dominare le partite prevale sulla pura speculazione"

Torino-Spezia, le probabili formazioni. Riparte la Serie A: domani 23 aprile, alle 15, c'è Torino Spezia. Si riparte da quanto di buono fatto dai ragazzi di Juric contro la Lazio. E da quei maledetti ultimi minuti. L'allenatore granata visse quella partita in tribuna perché squalificato. E ora che la rabbia ha lasciato il posto all'orgoglio, può commentare: “Abbiamo fatto una partita veramente di livello come intensità, come palleggio e come dominio della partita”.

Juric e Thiago Motta, allievi del Gasp

Tempo di guardare al futuro perché all'Olimpico Grande Torino arriva lo Spezia e l'amico, nonché compagno di squadra nel Genoa di Gasperini, Thiago Motta. Entrambi allievi del Gasp, come ha ricordato lo stesso Juric. “Questo campionato mi è piaciuto molto. Si sta facendo avanti una mentalità che tende a imporsi, a dominare le partite. Puoi farlo come noi, allievi di Gasperini. Oppure come Italiano. L'atteggiamento alla base però è lo stesso: dominare le partite, come si fa in Germania”.

Così in campo

Queste le probabili formazioni: a centrocampo nel Torino non ci sarà Pobega per un problema alla caviglia, mentre Mandragora è pienamente recuperato. Sarà lui a fare coppia con Ricci, mentre Lukic - anche lui tornato disponibile - verrà avanzato accanto a Brekalo dietro l'unica punta. Già, ma chi? Con Belotti infortunato, il ballottaggio è tra l'autore del gol contro la Lazio, il ritrovato Pellegri, e Sanabria, con quest'ultimo in leggero vantaggio. In panchina scalpitano Praet e Seck. In difesa, out Izzo, linea a tre Zima-Bremer-Rodriguez. Sulla fascia destra, Aina in vantaggio su un Singo apparso in calo, mentre a sinistra intoccabile Vojvoda. In porta giocherà Berisha.

Lo Spezia

Lo Spezia dovrebbe scendere in campo con Provedel, Amian, Erlic, Nikolaou Ferrer, Maggiore, Kiwiori, Gyasi, Kovalenko, Bastoni, Manaj.