La storia

Da Mariupol a Torino: la testimonianza dei sopravvissuti dalla città martire

Oksana, Euheniy e Alyona sono stati accolti dal Sermig, dopo la fuga da una città "che non esiste più". "Il perdono? Siamo credenti, ma è difficile"

Mamma Oksana, papà Eugeny, la figlia Alyona: una famiglia fuggita per miracolo da Mariupol, la città ucraina ponte tra il Donbass e la Crimea, strategica per i russi, dove si continua a combattere. Testimonianze come la loro sono rare: uscire da Mariupol è difficilissimo, e parlare con chi è ancora lì è impossibile. Loro hanno trascorso tre settimane nei sotterranei del loro palazzo, prima di tentare la fuga. Ora sono ospiti del Sermig a Torino. Nel loro racconto, il dolore dell'esperienza vissuta e il tentativo di perdono.

Servizio di Manuela Gatti, montaggio di Paola Bovolenta.