Torino

Le parole del premier in sala rossa

Un patto per mettere in sicurezza il bilancio della città nei prossimi anni. Poi ci sono anche i fondi del PNRR


Si rivolge direttamente ai torinesi nel suo discorso Mario Draghi, il premier nel pomeriggio in sala rossa per firmare il Patto per Torino. 

Davanti a lui il presidente della regione, esponenti dell'impresa, della finanza, delle fondazioni bancarie, l'arcivescovo, la politica. Dopo una nuova presa di posizione contro la guerra in ucraina, Draghi ha illustrato gli impegni.

In sala i consiglieri comunali, manca Paolo Damilano che sottolinea l'avvilimento per una città che deve essere salvata dallo stato, e il peso degli impegni che si scaricheranno su famiglie e imprese delle prossime generazioni. In sala Draghi cita Soldati e Olivetti, torna sulla necessità dell'innovazione, che e' sempre stata la cifra della città.

 

Servizio di Caterina Cannavà