L'allarme di Api e Confartigianato

Imprese a rischio nell'economia di guerra

Tra bollette energetiche insostenibili e scarsità di materie prime impossibile resistere a lungo, dicono le associazioni di categoria

Confartigianato e Api lanciano l'allarme. Le misure del Governo a sostegno dei costi energetici delle imprese non sono sufficienti a garantire la continuità produttiva delle piccole e medie imprese. 

Materie prime introvabili e a prezzi inaccessibili. Caro gas e altre variabili necessitano misure mirate, “da economia di guerra” sostiene il vicepresidente dell'Api Torino Roberto Cotterchio.

 

Il servizio di Maura Fassio

montaggio di Paolo Monchiero