Verso Eurovision

Pietro Morello, tiktoker missionario

Il musicista classe 2001, che si sta preparando per la grande kermesse torinese di maggio, ha due milioni di follower sul social network cinese. Al talento artistico unisce l'attività umanitaria rivolta ai bimbi malati

Pietro Morello, 22 anni torinese, scalda la sua tastiera in vista di Eurovision. Ha due milioni di follower su Tiktok, il colossale social network cinese, fresco di partnership proprio con la grande kermesse del PalaOlimpico di maggio.  

Giovane icona del web, lui trasmette non soltanto studio, talento e applicazione ma anche un cuore grande che batte verso l'Africa nera e i bambini malati. 

Un anno fa è stato nominato dal comune "Ambasciatore di Torino nel mondo" e insignito del premio "La Pira" per la Pace e i Diritti Umani".

Pietro morello è in missione per l'arte e per la vita di chi soffre. I suoi messaggi positivi, veicolati dai social, sono portatori di umanità e assorbiti dai giovani follower. Alcuni di loro diventeranno certamente i volontari di domani.

Servizio di Giorgio Giglioli
Montaggio Giancarlo Raviola