Vigilia di Coppa Italia

Allegri, la conferenza integrale pre-Fiorentina

"Dobbiamo essere più precisi, è una cosa mentale" dice il tecnico della Juventus che intanto, risponde alle critiche interne alla società e fornisce qualche indicazione sull'undici titolare di domani. Allo Stadium è atteso il tutto esaurito.

Rispondere colpo su colpo con la massima concentrazione al prevedibile assalto della Fiorentina chiamata a ribaltare lo 0-1 dell'andata, sostenuta da oltre 2000 tifosi attesi allo Stadium. E' la strategia della Juventus per conquistare la finale della Coppa Italia, dettata dal tecnico Allegri. Servirà più attenzione in difesa, tre i gol subiti nelle ultime tre sfide di campionato, e più efficacia in avanti. I bianconeri hanno il decimo attacco della Serie A.

Zakaria e Rabiot i maggiori indiziati per un posto sicuro. Il resto della formazione verrà definito al termine della rifinitura. A proposito delle critiche piovute da parte dell'ambiente Juventus dopo il pari contro il Bologna con i tweet di Lapo Elkann e le parole di Evelina Christillin secondo cui Allegri sembra un allenatore appagato anche se la Juventus ha bisogno di rinforzi, il tecnico risponde così: “io credo che noi si debba essere concentrati su quello che dobbiamo fare, ripeto le critiche fanno bene perché stimolano però sappiamo noi come lavoriamo e quello che ci mettiamo tutti i giorni per raggiungere gli obiettivi”.

La risposta arriverà dal campo. Allo Stadium è atteso il tutto esaurito.