L'intervista

Ieri bimbo di Chernobyl, oggi ministro in guerra: "Lo ospitammo nel '94"

Il titolare degli Esteri di Kiev trascorse brevi periodi in Italia con la famiglia Ventre, oggi a Bellinzago Novarese, per allontanarsi dalle radiazioni di Chernobyl. Nacque un legame ancora oggi strettissimo.

Con il presidente Volodymyr Zelensky è in prima fila in questa sporca guerra che l'Ucraina si è trovata a combattere dopo l'invasione dei propri territori da parte dell'esercito russo. Dmytro Kuleba è il ministro degli Esteri di Kiev. Ha 41 anni e come tanti suoi coetanei anche lui fu un “bimbo di Chernobyl”. 

Negli Anni' 90, per trascorrere brevi periodi il più lontano possibile dalle radiazioni emanate dalla centrale nucleare, fu ospitato in Irpinia dalla famiglia Ventre, che oggi abita a Bellinzago Novarese. E che ci racconta il tempo non abbia per nulla scalfito bensì rafforzato quel legame divenuto una bella amicizia. “Era un ragazzo dall'intelligenza superlativa”, ricorda ai nostri microfoni il maresciallo dei Carabinieri in pensione Domenico Ventre.

Servizio di Simona Marchetti, montaggio di Elisa Pozzati