Covid

Vacanze finite, restano i contagi: tasso di positività a doppia cifra

In vista dell'ulteriore allentamento delle restrizioni da maggio, diventa prioritario recuperare terreno sulle quarte dosi a fragili e anziani.

Il modello da seguire potrebbe essere quello della quarta dose agli immunodepressi. In 7 settimane il Piemonte è riuscito a proteggerne con il secondo booster oltre il 40% contro una media del 10 a livello nazionale. Primato italiano fotografato da GIMBE, che però appare lontanissimo per le altre categorie su cui punta adesso di nuovo la campagna vaccinale: over 80 e ultrasessantenni fragili. Qui si va a rilento: raggiunto solo lo 0,4% degli aventi diritto. 

Recuperare è possibile - sostiene la Regione - con 94mila appuntamenti già fissati via sms entro fine maggio. La priorità è tenere chi rischia di più al riparo da un contagio che sembra essere stato rinvigorito dalle recenti festività. Anche oggi tasso di positività ai tamponi a doppia cifra, oltre il 13 per cento. Ma nuove diagnosi in calo, circa 2700. E 3 vittime. 

L'Effetto Pasqua sembra essersi trasferito già in corsia, dove sono in aumento i ricoverati covid d'area non critica. Presto per dire quanto durerà. Entro dieci giorni, Roma dovrà confermare o meno l'annunciato allentamento della maggior delle restrizioni, a partire dall'obbligo di mascherina al chiuso.

Servizio di Francesca Nacini, montaggio di Tiziano Bosco