I disegni del genio Da Vinci

Alla Biblioteca dei Musei Reali di Torino torna l'esposizione dei disegni di Leonardo, tra i quali il celebre autoritratto e il codice sul volo degli uccelli.

Un tratto sottile e preciso. Lo sguardo profondo. La barba che sembra fondersi tutt'uno con la carta ormai ingiallita. L'autoritratto di Leonardo da Vinci  ha 5 secoli di storia e torna in esposizione eccezionalmente fino al 25 aprile alla Biblioteca Reale di Torino. In mostra 13 disegni del genio toscano, tra gli altri la  bozza per l'angelo della Vergine delle rocce e il Codice sul volo degli uccelli. 
L'arrivo a Torino dei disegni leonardeschi risale al XIX secolo quando Carlo Alberto li acquistò da un mercante di Chieri per 40mila lire insieme ad altri 1500 bozzetti di vari autori. Fin da subito ebbero una fortuna straordinaria. La conservazione però richiede attenzioni particolari per la temperatura e l'esposizione alla luce, per questo vengono esposti per brevi periodi. Questa volta 
c'è tempo fino al 25 aprile prima che i disegni tornino a riposare al riparo dalla luce.

 

Servizio di Elisabetta Terigi

Montaggio Giada Picureddu

Intervista a Giuseppina Mussari , direttrice Biblioteca Reale di Torino I