A settembre l'udienza preliminare

Auxilium, l'ultima è partita in tribunale

Il Pm ha chiesto dieci rinvii a giudizio per il fallimento della società. Tra le persone coinvolte l'ex presidente del Torino Roberto Goveani

Dieci richieste di rinvio a giudizio. Si scriverà in tribunale l'ultimo capitolo della storia dell'Auxilium Basket, la gloriosa squadra torinese che nel suo palmares vantava una Coppa Italia, svariate partecipazioni alle coppe europee  e che per ben due volte arrivò a giocarsi lo scudetto nelle semifinali play-off. Tempi lontani. La fine della società dichiarata fallita nel 2019 è scritta nelle carte del Pm Ciro Santoriello secondo il quale, la dirigenza della società avrebbe dovuto chiedere il fallimento già nel 2015, quando era stato perduto il patrimonio netto. A partire dall'anno successivo, invece, l'Auxilium ottenne grazie anche alla collaborazione di altre società dei crediti inesistenti verso l'erario che utilizzò come compensazione. Il danno per le casse pubbliche è stato quantificato in circa un milione e 400 mila euro.  Ai dieci imputati sono contestati a vario titolo la bancarotta semplice, la bancarotta fraudolenta, la compensazione indebita, la dichiarazione fraudolenta. Tra di loro il nome di un altro volto noto delle cronache sportive, l'ex notaio Roberto Goveani che fu presidente del Torino. L'udienza preliminare è prevista il 6 settembre.