Due ruote protagoniste

Pecco Bagnaia e Matteo Sobrero, il Piemonte che vince

Il pilota ufficiale della Ducati ha trionfato al Mugello in Motogp, il campione italiano a cronometro ha conquistato la tappa finale al Giro d'Italia.

Vincere al Mugello su una moto italiana. Il sogno di Francesco Pecco Bagnaia che ritrova il gradino più alto del podio su una delle piste simbolo del Motomondiale. L'alfiere ufficiale Ducati dopo il quinto posto in qualifica ha dato sfoggio del suo talento con una rimonta fantastica impreziosita dalla resistenza nel finale a suon di giri veloci su Fabio Quartararo, secondo e sempre più leader del Mondiale. Pecco, quinto nella generale a 41 lunghezze dal francese, è chiamato a quella continuità che finora è mancata se vuole sognare in grande.

Continuità è la parola d'ordine di Matteo Sobrero, 25enne di Alba, campione italiano a cronometro che ha conquistato l'ultima tappa del Giro, i 17 chilometri contro il tempo di Verona, mettendo la firma sul successo più prestigioso della sua giovane carriera nella giornata che ha incoronato Jay Hindley a vincitore della Corsa Rosa, primo australiano in 105 anni. Una doppietta entrata nella storia dello sport piemontese.

il servizio di Maghdi Abo Abia

montaggio Beppe Serra