Con la tripletta di Empoli, Belotti è il secondo marcatore di sempre

Gallo a un passo da Pupi e il popolo granata torna a sperare

La possibilità di raggiungere Pulici in cima alla classifica dei goleador granata potrebbe convincere il capitano a restare. I tifosi se lo augurano. Nella Juve brilla la giovane stella di Miretti

Quando mercoledì leggerà i nomi degli invincibili sul muro della basilica di Superga, saranno in molti a cercare nella sua espressione la risposta alla domanda che da mesi arrovella il popolo granata e che la tripletta di Empoli ha reso se possibile ancor più stringente. Parliamo del destino del Gallo Belotti che del suo futuro non ha ancora parlato, un silenzio che però in questi mesi ha alimentato aspettative e speranze. I cento gol in serie A raggiunti ieri potrebbero rappresentare un ottimo congedo per il capitano ma anche uno stimolo per provare a salire l'ultimo gradino che lo separa dal re dei bomber granata di tutti i tempi, quel Paolino Pulici icona del Toro stesso. Al traguardo mancano 34 centri, impossibili da fare nelle tre giornate rimaste, del tutto alla portata se il Gallo decidesse di legare ancora il suo destino a quello dei colori granata. Molto dipenderà anche dalle intenzioni del presidente Cairo che è tornato a smentire con forza ogni ipotesi di cessione della società, ma dopo una stagione che ha significato, grazie anche alla mano di Ivan Juric, il ritorno a una dimensione sportiva degna della storia, sono in molti a chiedere un salto di qualità. 
Sospesa tra presente e futuro anche la Juve che dopo aver staccato il biglietto per la Champions punta all'obiettivo della finale di Coppa Italia. Sempre più ai margini Paulo Dybala, nella squadra del futuro ha iniziato a brillare la stella di Miretti: un nome da appuntare nella ricostruzione che dovrà guidare Massimiliano Allegri.