Da Regione e strutture per anziani stabilizzazione per 3 mila addetti

In Piemonte mancano 4 mila infermieri

Le stime del sindacato Nursind, che denuncia condizioni di lavoro peggiori rispetto al 2019: cambiata la sanità, aumentati i servizi ma non il personale

Servizi aumentati ma lavoratori diminuiti: è il bilancio amaro del sindacato Nursind nella giornata internazionale dell'infermiere. Dopo più di due anni dallo scoppio della pandemia, i problemi che affliggevano il settore nel 2019 non sono stati risolti ma anzi se possibile si sono aggravati. In Piemonte sono circa 24 mila gli infermieri, troppo pochi per portare avanti tutti i servizi di una sanità che cambia. La regione si è impegnata a stabilizzare 1137 lavoratori assunti a tempo determinato durante la pandemia, mentre altri 2 mila dovrebbero essere assorbiti dalla rete delle strutture per anziani. Un passo in avanti che però non basta, per questo la richiesta allo stato è di intervenire. 

Servizio di Marco Bobbio, immagini di Luciano Gallian, montaggio di Alessandro Mancuso. Intervista a Francesco Coppolella, segretario regionale Nursind.