In un video girato nel vercellese esibivano armi, banconote e droga

Inneggiavano alla violenza e allo sballo, denunciati quattro ragazzi

In casa avevano un arsenale scoperto dai carabinieri

Il disagio sociale. La violenza. La droga e lo sballo. Il rancore verso le forze dell'ordine. 
Parole urlate dai ragazzi protagonisti di un video girato in un condominio popolare di Santhià. 
Ma ad allertare i carabinieri sono state soprattutto le armi, le banconote e le bustine di stupefacente esibite al ritmo di musica.
E' partita così un'indagine, coordinata dalla Procura di Vercelli che ha emesso un decreto di perquisizione.
E in effetti nelle abitazioni di quattro giovani fra il vercellese e il biellese c'era quello che gli inquirenti hanno definito un arsenale: pugnali, grossi machete, un revolver ad aria compressa, una carabina. I ragazzi sono stati identificati e denunciati per detenzione di armi e munizioni.
Si difendono sui social attraverso le parole del cantante del video. "Mi dispiace per tutti i miei amici che sono stati visti come criminali. Abbiamo subito molte
ingiustizie", scrive. Preoccupa invece molto il fenomeno delle bande giovanili che vanno contro le regole sociali, si legge in un comunicato dei carabinieri. Da qualche tempo le forze dell'ordine monitorano costantemente i canali web per cercare di mantenere sotto controllo una situazione gravemente degenerata. 

Servizio: Marzia De Giuli

Montaggio: Giada Pigureddu