Torino, l'intelligenza artificiale tra i banchi

Ragazzini alle prese con la programmazione dei robot. Laboratori a disposizione di tutti al Salone del libro

L'intelligenza artificiale tra i banchi. Succede alla scuola media Verdi di Torino, dove questa prima è stata coinvolta, insieme ad altre 11 classi di diverse scuole cittadine in un progetto dedicato. Il progetto, finanziato dalla compagnia di Sanpaolo, è nato dalla collaborazione tra il dipartimento di psicologia e quello di informatica dell'università di torino.

Compiti divertenti per ragazzini, che consentono di imparare non solo i rudimenti della programmazione ma che offrono collegamenti interdisciplinari sorprendenti. Per esempio con l'archeologia. Uno degli esercizi, preparato in collaborazione col museo egizio, faceva uso per esempio dei geroglifici. Un'altra attività invece ha riguardato lo studio di un testo sumero, scritto in caratteri cuneiformi. Insomma si tratta di appropriarsi di un modo di vedere che unisce i puntini tra cultura e tecnologia.

 

Per chi volesse cimentarsi, domani al salone del libro questi laboratori saranno a disposizione di tutti. Venerdì 20 maggio, a partire dalle ore 10.45, al Padiglione 2 presso il BookStock, l'area dedicata ai più giovani.
 

Nel servizio le interviste a:

  • Monica Bucciarelli
    Dipartimento psicologia Università Torino
  • Elisa Marengo
    Diprtimento informatica Università Torino
  • Michela Bresci
    Insegnante

Montaggio di Elisa Pozzati