ANTICO EGITTO

Barbania ricorda Bernardino Drovetti

Nel 170esimo anniversario della morte tre giorni di iniziative nel Canavese intorno alla figura del collezionista e diplomatico cui si deve la raccolta di antichità da cui poi nacque il Museo Egizio di Torino.

Bernardino Drovetti nacque a Barbania, nel Canavese, il 4 gennaio 1776. Console generale di Francia in Egitto e appassionato collezionista, fu lui a ispirare la nascita del Museo Egizio di Torino. La sua raccolta di antichità, frutto dei primi scavi nella Valle del Nilo, fu infatti acquistata dal Re di Sardegna Carlo Felice nel 1824, e costituì la base dell'esposizione che possiamo ammirare ancora oggi.

Nel 170esimo anniversario della morte la sua città natale gli dedica una tre giorni, il 19, il 21 e il 22 maggio, con visite guidate nei luoghi drovettiani, e convegni. Partner dell'iniziativa il Museo Egizio che inaugurerà il 19 maggio alle 18.30 presso la sede della Pro Loco la mostra “Papiro Tour. Alla scoperta dei geroglifici”.

Sabato 21, inoltre, cena con delitto “Al Tempo dei Faraoni” a cura della compagnia teatrale amatoriale “Barake e Buratin”. 

Domenica 22 alle 15.30 presso il Giardino di Casa Drovetti la giornalista e scrittrice torinese Antonella Frontani presenta “Statue, mummie e geroglifici” del professor Roccati e l“Drovetti, l’Egizio” di Giorgio Caponetti, a cura della prof.ssa Laura Donatelli.