Convegno a Torino sulla guerra

La corsa alle armi, l'accoglienza selettiva: gli interrogativi sull'Ucraina

Solidarietà ai profughi in arrivo dal Paese invaso dalla Russia, ma anche tante domande a un convegno organizzato dalla Cisl sul conflitto

Solidarietà incondizionata all'Ucraina, sostegno allo sforzo di accoglienza per i profughi e alle sanzioni contro la Russia. Il segretario generale della Cisl di Torino Domenico Lo Bianco ha aperto così il convegno organizzato stamane a Torino dal sindacato dedicato al conflitto in corso. Una mattinata di confronto che ha permesso però anche di sollevare qualche interrogativo. Come fermare la corsa alle armi in cui sta precipitando il mondo? E ancora: per la prima volta l'Unione europea ha applicato la direttiva che consente permessi speciali per gli sfollati. Approvata nel 2001, non era mai stata impiegata, neanche per i siriani, in un fuga da un sanguinoso conflitto che si trascina dal 2011. Il momento di crisi sta mettendo l'Europa di fronte a se stessa. Difesa, immigrazione, energia. La speranza, è un po' stato il filo conduttore degli interventi, è che il continente sappia farne tesoro e uscirne più forte.
 

Nel servizio, le interviste a:

  • Pietro Terna, economista
  • Franco Chittolina, associazione Apice Europa
     

Servizio di Fabio De Ponte, montaggio di Beppe Serra.