L'andamento della pandemia

Meno contagi e più decessi a maggio in Piemonte

Il paradosso dell'ultima parte della quarta ondata: aumentate le vittime rispetto ad aprile. Ma il calo dei positivi potrebbe essere imputabile a una sottostima della circolazione virale.

Il cardinale Angelo Sodano in ordine di tempo è solo l'ultimo illustre piemontese portato via dalle conseguenze del covid. 
Il virus continua a far male. 
Nonostante i contagi, dopo il rimbalzo di Pasqua, abbiano ripreso a scendere, attestandosi ora in Piemonte intorno ai mille al giorno. In questo mese finora però sono stati 138 i decessi per SARScov2 nella nostra regione. Meno della metà di quelli registrati nello stesso periodo dell'anno scorso quando tuttavia la terza ondata aveva già allentato la presa. Ma in crescita rispetto ad aprile. Segno che la battaglia, in caso di malattia grave, può durare diverse settimane. Che la tendenza ad autotestarsi a domicilio sottrae parte dei casi al monitoraggio ufficiale. Ma anche che lo scudo vaccinale continua a proteggerci efficacemente. 

La guardia tuttavia non va abbassata. Perciò non è stato ancora deciso se sarà mantenuto l'obbligo di mascherina FFP2 sui mezzi di trasporto anche dopo il 15 giugno. Mentre è probabile che se ne potrà fare a meno per andare al cinema o a teatro. 

 

Servizio di Francesca Nacini, montaggio di Davide Mazzan.