L'intervista al nostro meteorologo

La breve ondata di maltempo non allevia la siccità in Piemonte

Dopo una breve tregua previsto il ritorno del caldo

Tetti divelti, alberi abbattuti, allagamenti. Ha lasciato dietro di sé un bel po' di danni l'ondata di maltempo sul Piemonte. 
Nubifragi, vento, grandinate. Eppure la terra continua a patire, assetata.

Un inizio d'estate che, pur riportando alla mente quella caldissima del 2003, fa molto più male perché, a differenza di allora, il cielo ci ha lasciato a secco, spiega il meteorologo Andrea Vuolo: mancano all'appello tra i 300 e i 600 millimetri di pioggia che equivale all'incirca a 400-600 litri d'acqua su metro quadrato di superficie.

E le previsioni per luglio e agosto non sono ottimistiche.

Servizio di Marzia De Giuli, montaggio di Tiziano Bosco

Intervista ad Andrea Vuolo, meteorologo di Rai Meteo