Una serata da tutto esaurito

Il lungo addio di Milton Nascimento parte da Torino

Ha preso il via dalle Ogr l'ultimo tour mondiale del cantautore brasiliano prima dell'addio alle scene. Una serata destinata a entrare nella storia della musica

"Se Dio potesse cantare, sarebbe con la voce di Milton", disse una volta Elis Regina, la dea della bossanova.

Una voce che ha incantato gli spettatori del Torino Jazz Festival per quello che diventerà un concerto evento, che è andato sold out, un successo ma anche una grande festa. 

Parte dalle Ogr di Torino, l'ultimo tour di Milton Nascimento, cantautore brasiliano che con la sua potenza espressiva ha riportato e riscoperto la musica del suo paese, diffondendone la gioiosità, la carica, la forza talvolta malinconica. Un repertorio già ricco ma che esce rinnovato nelle sue performance. 

One Final Music Session è il suo addio ai palchi, per farlo Nascimento ha riunito un gruppo di musicisti affiatati. Al giro di boa degli ottant'anni l'artista di Rio de Janeiro ha deciso di partire per un tour, che lo porterà nelle città europee ma anche negli Stati Uniti, per finire poi in Brasile, riproponendo i momenti migliori di oltre trenta album

Momenti di musica ma anche di storia, di denuncia dell'oppressione della dittatura da lui osteggiata con canzoni che diventano il simbolo di movimenti democratici ma con uno stile complesso e raffinato che ha fatto di lui una leggenda