I granata dopo Pellegri inseguono Vlasic e Solet

Si avvicinano i ritiri pre-campionato, sia Juve che Toro ancora da definire

In attesa degli annunci ufficiali per Di Maria e Pogba in casa bianconera.

Il campionato c'è, le squadre ancora no, cominciasse adesso giocherebbero l'ipotesi di Zaniolo, De Light giocherebbe a metà col Chelsea, Di Maria deciderebbe all'ingresso in campo se mettere la maglia del Barcellona o quella bianconera, sulla fascia sinistra aleggerebbe l'idea di Emerson Palmieri. Pogba in centro ci sarebbe ma interrogandosi se la maglia della Juve è la sua. 

Questa la formazione bianconera nella baraonda del calcio parlato, a mercato manco iniziato ufficialmente, a fine giugno. Il Toro perintanto davanti ha Pellegri che sembra veramente esistente, ma negli spogliatoi non ci sono neanche più gli armadietti di Bremer e Pobega, nonché di Madragora e a centrocampo si schiererebbero solo le speranze di Maggiora che ora sta alla spalle, e Pessina se l'Atalanta lo regala a Juric. 

Il ritiro fra nove giorni sarebbe solo un triste raduno di quelli che sono rimasti, o perché non si è riusciti a venderli o perché qualcuno in campo bisogna mandarlo. Per ora acquisti zero. Mentre Juric vorrebbe Vlasic, Di Marco, Dovbyk e Solet, chi li ha visti?

L'allenatore, non proprio pappa e ciccia verso la proprietà, tace perché ha capito che quel che si scrive sui giornali che hanno attribuito al Toro mezza serie A e pezzi dell'europa pedatoria, è carta straccia. La campagna acquisti comincerà solo incassati i soldi per la cessione di Bremer. Ma quando?

Servizio di Gian Piero Amandola, montaggio di Fabio De Giovanni