Continueranno a lavorare in smart working, la scelta durante la pandemia

Da Milano a un paese di 300 abitanti, la scelta di Stefano e Valentina

La storia di una giovane coppia con un figlio, che ha scelto di vivere a Cessole, in provincia di Asti, nella comunità montana dell'Alta Langa. Come loro altre 300 famiglie hanno lasciato la città per piccoli borghi con l'aiuto di un bando regionale

Da Milano alla Langa astigiana: non è il tragitto di una vacanza rigenerante, ma il progetto di una nuova vita in un paese, Cèssole, di circa 300 abitanti a soli sei chilometri in linea d'aria da Santo Stefano Belbo, la Langa di Cesare Pavese. Romanzo contemporaneo, protagonisti Valentina Di Francesco e Stefano Frattini, sposati, un'azienda di comunicazione, un figlio piccolo. E una scelta di vita sbocciata dai giorni più bui del covid. Perché un paese ci vuole, ma settant'anni dopo “La luna e i falò” non è per il gusto di andarsene, di tornare poi, mentre rimane ad aspettarti. E' un paese in cui approdare, con il sogno di lasciarsi definitivamente alle spalle la città.

Una scelta sostenuta, anche se solo in parte, dal finanziamento specifico di un bando della Regione Piemonte per il ripopolamento dei piccoli borghi. Contributi da dieci a quarantamila euro assegnati a chi ha scelto di trasferirsi in montagna o alta collina.
Cessole, nella Comunità Montana dell'Alta Langa, rientrava nei parametri come l'essere una giovane coppia con un figlio, e soprattutto la volontà di trasferirsi per farlo crescere qui. 

Scelta ma anche sfida con tutte le incognite del caso, condivisa con altre trecento famiglie, ben cinquanta delle quali provenienti da altre regioni, selezionate dal bando. Per la stragrande maggioranza coppie con meno di quarant'anni che hanno ottenuto il contributo per acquistare o restaurare un immobile in cui venire a vivere.